Skip to content

La Torre degli innamorati

Lo vuoi sapere perché mi chiamo Torre della Galeazza?

Ora te lo dico… mi chiamo così per il grande amore che legava Anna a suo marito Galeazzo Pepoli. Tanti dicono che sia una leggenda, ma io c’ero e posso confermare.

Galeazzo era un condottiero di grande fama che aiutò tra l’altro Papa Urbano VI a liberare Roma dalla minaccia bretone. Quando decise di ritirarsi a vita privata, mi fece costruire, alta e possente. Anna, innamoratissima di Galeazzo, decise di darmi proprio il nome dell’amato marito. Colpito da questa meravigliosa dimostrazione d’amore, Galeazzo diede ordine di costruire sulla mia sommità una torre più piccola, aggraziata e snella che chiamò naturalmente Anna.

Essere nati grazie a un sentimento così bello è sicuramente una grande fortuna. Pensa che sono al mondo dalla fine del 1300!

Il mio tempo è stato sempre prospero, tanto che Galeazzo prima e i suoi eredi in seguito, ampliarono la proprietà aggiungendo nuovi spazi e curando il bellissimo parco che mi circonda. Solo in epoca moderna però acquisto la mia forma attuale: nel 1870 vengo acquistata da un ricco possidente con l’obbiettivo di creare una lussuosa dimora per la sua famiglia. Sceglie lo stile neogotico per la costruzione della villa che pensa bene di appoggiare alle mie forti mura, rendendo la proprietà immensa e articolata.

Nel 2003 un visionario americano aveva scelto me come sede per la sua associazione culturale fondata sul teatro e sulla lettura. Purtroppo una sorte avversa era in agguato.

Nel 2012 un tremendo terremoto mi ha scosso fino alle fondamenta rendendomi inagibile e pericolante. I saloni sono silenziosi, le stanze sembrano in attesa di qualcuno che se ne è andato frettolosamente, lasciando tracce e ricordi. Ancora oggi sono qui, acciaccata e triste, a ricordare quell’amore che mi ha fatto nascere, che mi ha dato vita per più di 600 anni.

 

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
392 Views

2 Comments


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *