Skip to content

Aspettando di riveder le stelle

"La fotografia, il cinema, l’arte in generale, ma anche il semplice osservare ciò che mi circonda, che sia un ambiente, uno scorcio o la natura, mi permettono di entrare in relazione con qualcosa di profondo che mi rimanda a echi lontani."

Gisella Genna abita un universo – artistico, e di vita in generale – profondo e multiforme.

Un universo che traspare in lei con toni aggraziati, delicati. La delicatezza che sta racchiusa, per esempio, dentro un tè verde giapponese – che Gisella tende a preferire al caffè: “sono una patita, lo bevo da anni e in tutte le forme: matcha, sencha, bancha, aromatizzato”. La colazione, in particolare, è dedicata ad “una tazza di tè matcha, una polvere finissima, dal sapore delicato”. Per Gisella, questo tè è un vero e proprio rituale, che non esista a descriverci: “ne metto la punta di un coltello nella tazza e quando verso l’acqua calda lo giro con un bastoncino di bambù”. Pare di vederla, Gisella, mentre si prepara, con grazia e cura, all’incontro con il tè verde – e un nuovo giorno. O quando si coccola con un tè speciale, di cui fa scorta ogni volta che vola a Parigi, “il Perles de théaujasmin, foglie di tè verde aromatizzate al gelsomino. Un tè dal profumo e gusto inebrianti”, precisa. Il caffè, per lei esiste solo in versione americana, o solubile dentro “una tazza gigante, soprattutto quando devo lavorare per qualche ora al computer o per rilassarmi quando leggo un libro.”

Gisella Genna

Alla mia domanda “Qual è la tua passione più grande?”, Gisella, che nella vita professionale sta dentro il mondo della moda come Casting Director, mi dischiude gli interessi variegati della sua vita privata: “è abbastanza difficile indicare un’unica passione perché ho vari interessi che si alternano, in qualche modo si compenetrano, e sono per me fonte di ricerca”. Come l’amore per la poesia. Rapporto di lunga durata, il suo: “l’ho sempre letta e amata molto”, racconta, “ma solo negli ultimi cinque/sei anni è arrivata anche in forma di scrittura. A marzo 2020 è uscita la mia prima raccolta per Interno Poesia, Quarta stella, e questo lo considero un dono grandissimo”. Riflette ancora un po’ e aggiunge: “la poesia non so esattamente da dove sia arrivata, credo da molto lontano, così come non so mai se tornerà. Posso solo restare in ascolto.” E l’ascolto di sé, per Gisella passa attraverso altri canali, come lo yoga e la meditazione, che pratica da quasi vent’anni, con momenti più o meno assidui, ma che rimangono una costante nella sua vita, come ulteriori stimoli alla ricerca del sé. 

Oppure il canto, a cui si dedica da diversi anni: “sin da ragazzina mi ha sempre appassionato la ricerca di quella che è la propria voce”, spiega. Voce che ha finito per unirsi ad altre voci, quando nel 2015 Gisella è entrata a far parte del coro femminile milanese “Coro Sparkling Water”, che spazia dallo spiritual al gospel alla musica pop. Gisella sottolinea l’aspetto che la entusiasma più di tutto: “cantare in coro è un’esperienza per me esaltante perché mi pone in una dimensione d’insieme, dove l’equilibrio è difficile da raggiungere e richiede lo sforzo e la capacità di ognuna di noi di seguire la guida della direttrice”. La capacità di af-fidarsi, mi viene da pensare, per raggiungere un’armonia polifonica – e non solo.

Questo atto di af-fidarsi torna quando Gisella condivide la parola che le fa da guida nella vita, fiducia: “una parola-guida in cui credo profondamente”, sottolinea. “ll senso di fiducia, inscalfibile, mi ha sempre guidata e seguita negli anni. Nonostante gli eventi avversi in cui possiamo incorrere, è la stella polare a cui guardare sempre.”

In questi giorni di fine 2020, un anno decisamente particolare, in attesa di un anno tutto nuovo, siamo pronti ad affidarci anche noi, alla nostra stella polare?

Un augurio che sia così per tutti – e Buon Anno che verrà (illuminato, magari, da una Quarta stella?).

Se vuoi condividere anche tu un augurio per il 2021, puoi farlo qui sotto 🙂

Gisella Genna, invece, la trovi qui:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
293 Views

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *