Skip to content

Chi ben s’informa è a metà dell’opera

"Conoscere meglio il nostro corpo vuol dire abbattere tabù culturali e trovare il modo di essere felici e soddisfatti di sé e di come si vive la propria sessualità."

A Valentina Pontello il caffè piace – eccome. Ma per ora è un dolcissimo ricordo:

Non bevo caffè, anche se mi piacerebbe“, ribatte alla mia prima domanda biocaffeinata.

“Lo bevevo negli anni del liceo”, mi spiega, “quando spesso mi capitava di studiare la notte per le interrogazioni programmate. Poi il mio stomaco lo ha rifiutato, forse le due cose sono collegate, il rapporto mente corpo è davvero un profondo mistero!”

Un mistero che ha comunque permesso a Valentina di scoprire altre bevande: “Bevo tè verde, mi piace molto questa bevanda dissetante e purificante. Adoro in particolare una varietà di Whittard (UK), che mi ricorda l’anno che ho vissuto a Londra, tra il 2004 e il 2005.”

Valentina Pontello

Dunque scopro che Valentina Pontello ha passato dei periodi all’estero (vedi Londra) per specializzarsi, in quanto professionista che ama formarsi sempre, andare a fondo nelle cose, con precisione e completezza – per dare il massimo con le sue pazienti. Pazienti di cui Valentina si prende cura a Firenze come medica ginecologa (e non solo, come vedremo).

Una cura verso le donne, quella di Valentina, tesa al loro benessere a tutto tondo. Ma anche una cura verso sé stessa, quando mi confida di sentirsi “Una donna che sta ancora imparando a fare amicizia con quelle parti, soprattutto interiori, che mi piacciono meno. Sto imparando a prendermi per come sono e ad accettarmi.” Una donna in prima fila per le donne, che dalle donne riceve molto lei stessa: “Mi piace ascoltare le storie delle mie pazienti, da cui imparo sempre qualcosa di interessante.”

Valentina Pontello è tante cose. Un misto di conoscenza, preparazione, sensibilità, empatia. Dalla prima volta in cui sono entrata nel suo studio, ho sentito un senso di calore sincero, aperto, pronto a con-tenermi. La sensazione di essere ascoltata senza pre-giudizi o pre-concetti, con dolcezza. Di essere presa in cura con un approccio sicuro, accogliente, cucito su di me e le mie esigenze.

Valentina Pontello, si diceva, è tante cose: non solo ostetrico-ginecologa non obiettrice e fitoterapeuta, ma esperta di endometriosi e consulente in sessualità tipica e atipica. E tutto quel che ha imparato con lo studio e l’esperienza, gli incontri con le pazienti, Valentina ama metterlo in condivisione: “Sono appassionata di web e di divulgazione scientifica online”, mi confida quando le chiedo qual è la sua passione. “Mi piace molto scrivere. Ho sempre scritto per riviste scientifiche prestigiose, e mi incuriosiva portare le notizie mediche a tutte le persone e non solo agli addetti ai lavori. Questo credo possa avere un grande impatto, se pensi che alcuni miei articoli su Medicitalia.it sono stati visti oltre 400.000 volte!”

Podcast di Valentina Pontello

Valentina ha trovato la strada per concretizzare i suoi sogni. Ma cosa consiglia, a chi ha ancora qualche tentennamento?

A chi non riesce a dare forma a un sogno, direi di seguire il proprio istinto, di buttarsi e provare“, suggerisce Valentina. “A volte abbiamo paura del fallimento, che invece è un grande maestro. Ho letto che Thomas Edison prima di inventare la lampadina ne ha provate oltre 80 che non funzionavano. Se si fosse scoraggiato, oggi le nostre case sarebbero al buio!”

Ma di ostacoli ce ne sono altri, secondo Valentina – come il perfezionismo: Meglio una cosa finita che una cosa perfetta”, osserva, “altrimenti perfetta non lo sarà mai e non sarà quindi mai finita. Credo che sia un limite di tante persone, soprattutto noi donne spesso siamo cresciute nell’idea di non essere mai ‘abbastanza’ e di dover rincorrere ideali irrealizzabili.”

Ed è soprattutto alle donne, che Valentina parla nei suoi progetti di divulgazione tramite i social e piattaforme come Spotify. Tanto per cominciare, il podcast Sesso e volentieri, che Valentina ha ideato e conduce assieme all’esperta di educazione sessuale Samantha Anselmo, destinato alle giovani donne in crescita, ma non solo.

Per arrivare alla creazione più recente di Valentina, Endo podcast, Endometriosi parliamone, il primissimo podcast  italiano dedicato interamente all’endometriosi. Qui Valentina si confronta con medici di varie specialità e con attiviste. L’obiettivo è di dare una prospettiva più ampia su una malattia che è molto di più di “un semplice dolore durante il ciclo”, e di includere il punto di vista delle persone colpite.

Sono podcast diretti alle donne, in primis, ma non esclusivi delle donne.  Con uno scopo importante:  che le donne – e non solo! – arrivino a conoscere bene sé stesse e il mondo-corpo che abitano, fin da giovani, in modo da potersene prendere cura al meglio, con consapevolezza.

Un ruolo di divulgatrice scientifica, quello di Valentina Pontello, essenziale, specie di questi tempi. Come commentava sui social lo scrittore Marco Balzano, subito dopo la scomparsa di Piero Angela, “C’è necessità di una vera divulgazione scientifica. Una parola che, se praticata onestamente, ha a che fare con la democrazia.” E non c’è dubbio: chi contribuisce a divulgare informazioni e fatti scientifici, legati al mondo della scienza, della medicina, della salute, non che può che contribuire a co-costruire, nutrire, mantenere, un mondo sempre più democratico – proprio come si prefigge di fare Valentina Pontello.

Valentina Pontello, la trovi qui:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
771 Views

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

771 Views