Skip to content

La guerriera delle forme e dei colori

“Una designer crea oggetti, organizza spazi e visualizza immagini da affiancare a progetti. Una illustratrice rappresenta tramite il proprio punto di vista il mondo. Io mi sento a metà tra la grafica e l'illustrazione, perché sono due mondi che mi appartengono e che amo fondere.”

Luchadora.

In generale, sta ad indicare le lottatrici del wrestling messicano, note per le maschere colorate che indossano (mi spiega Alessandra).

In particolare, sta ad indicare Alessandra Marianelli, designer e illustratrice con base a Firenze, che alla mia curiosità sul suo nickname, Luchadora appunto, risponde: “ho sempre trovato estremamente affascinate l’allegria dei colori, la fantasia e l’energia che trasmettono le maschere delle lottatrici messicane”.

Allegria, colori, fantasia, energia.

Ci stanno tutte, queste parole, dentro i lavori di Alessandra.

Ci stanno tutte, queste parole, nelle illustrazioni che Alessandra ha curato per Biocaffeina, con la collaborazione dell’agenzia Mira! di Lisa Innocenti – a partire dalla cover della home page, le illustrazioni di ogni sezione, fino alle copertine delle rubriche, e al logo stesso di Biocaffeina.

Alessandra-Luchadora non poteva non finire dentro Biocaffeina, dunque, dentro una intervista al sapore di caffeina, sorseggiando un buon caffè, “che mi piace tantissimo”, ammette, “con un cucchiaino scarso di zucchero nella tazzina di ceramica fina (meglio se decorata!).” 

Alessandra-Luchadora, la forza guerriera, l’intensità di chi porta avanti ciò in cui crede, e un gran desiderio di vita, la riversa nelle sue illustrazioni, nelle linee, nelle tinte dei personaggi che disegna.

Forme che Alessandra definisce “eccessive, rotonde, sinuose”, ma che sanno regalare, alla vista, grazie al modo in cui Alessandra dosa il tutto, un senso di estrema sintonia. Di elementi differenti che si uniscono a formare qualcosa di nuovo e originale, sorprendente, come una orchestra di strumenti diversi tra loro che alla fine creano una sinfonia inaspettata e vibrante.

Questa sensazione di armonia che traspare dai suoi disegni, è frutto di ciò che Alessandra ama fare più di ogni cosa: “la mia passione è il disegno. Rappresentare ciò che ho intorno o quello che potrei avere intorno”, racconta Alessandra, specificando che per disegnare, le basta avere con sé carta e penna. Un lavoro, il suo, che si fa dono, quando rivela “mi piace pensare di poter regalare bellezza e allegria”. Un lavoro che vuole farsi racconto tramite le immagini: “amo esprimere voglia di vivere e felicità con colori pieni e forme semplici, raccontare storie e condividerle”.

E sono personaggi, quelli di Alessandra, che narrano storie a tutti gli effetti. Penso alla rappresentazione di Marte e Venere per la rubrica Coffee Star, dove i due pianeti diventano un uomo e una donna che si raccontano davanti a un caffè. Quasi due amici intimi, per me, per i lettori.

Mi chiedo da dove tragga ispirazione Alessandra, per le sue creazioni: “mi lascio trasportare dal cinema, dai libri e dalle chiacchiere con gli amici, ma il mio stile è in continuo mutamento: studio costantemente nuove forme, tecniche e colori per presentare ogni volta qualcosa di intimo e personale.” Un’opera intima e personale, quella di Alessandra, che pur tuttavia emerge da un confronto con il mondo esterno: “un creativo ‘ruba’ a tutto e a tutti con lo sguardo, immagazzina le forme e poi le reinterpreta, prende in prestito concetti”.

Nonostante il prendere in prestito, per Alessandra la curiosità rimane “il motore che fa andare avanti un creativo”. Ed essere creativo, invece, per Alessandra significa “fare qualcosa che prima non c’era”. Quello che prima di Biocaffeina non c’era, lo dobbiamo alla creatività, alla curiosità, e alla ispirazione di Alessandra – e ce ne rallegriamo!

Invece, la parola-ispirazione di Alessandra, la sua parola-guida, riesce a emozionarmi al pari dei suoi disegni: “una parola che mi piace tanto e mi accompagna da sempre è affetto, per me e per le persone che mi stanno vicino.”

Una scelta “semplice”, la parola affetto. Eppure potente. Come rimangono genuine e intense, penso, le forme che sa creare Alessandra.

C’è qualcosa che vuoi dire a Luchadora? Scrivilo in un commento qui sotto 🙂

Alessandra Marianelli alias Luchadora, la trovi qui: https://www.luchadora.it/

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
592 Views

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

592 Views