Skip to content

Il viaggio sospeso tra mare e monti

Scopriamo l’opera all’aperto, in un luogo magico tra mare ed Alpi, di una pittrice e scultrice di origini ceche.

Per proseguire il nostro viaggio insieme, dopo avervi presentato nella precedente rubrica un’opera su Firenze, la mia città adottiva, vorrei portarvi a scoprire un’opera legata al luogo delle mie radici, la Versilia.

L’artista di cui vi parlerò oggi si chiama Anna Chromy, potente, poetica e ricca di energia nelle sue opere. Vive attualmente e felicemente a Pietrasanta, ma ha origini boeme. Ha un curriculum strepitoso, corredato da successi e riconoscimenti e pensate, è stata addirittura allieva del maestro del Surrealismo, Salvador Dalì!

Di lei ho scelto una scultura che si trova a Forte dei Marmi, perché qui sono cresciuta e perché già solo la location ve ne farà innamorare ancora di più. Siamo in piazza Navari, il piazzale del pontile, da alcuni anni valorizzato con le opere della nostra artista. Intanto quando ci arriverete, soffermatevi in primis sulle bellezze naturali, da una parte il mare e alle spalle le meravigliose Alpi Apuane. Nel mezzo del piazzale si erge “Odisseo” (Ulisse per i latini), il viaggiatore mitico delle gesta narrate da Omero. Egli naviga verso l’ignoto, è un eroe positivo, che sfida le acque per vivere nuove esperienze, per oltrepassare i limiti e conoscere sé stesso, finché non tornerà nella sua patria arricchito dalle sue tante avventure. Quale migliore personaggio poteva essere scelto per un affaccio sul mare? Spazio aperto, idea di infinito e possibilità

Art with a view Biocaffeina

Le solite dritte su come guardare l’opera:

1 – Sappiate intanto che potete sedervi sulla panchina dell’anfiteatro: fate uno sforzo di immaginazione, perché è stato trasformato simbolicamente nella volta celeste. Intorno a voi noterete infatti altre 4 statue bronzee, sempre di Anna Chromy. Sono le quattro costellazioni che guidarono Odisseo nel suo viaggio: Lira, Orsa Minore, Cigno e Cassiopea. 

2 – Ora concentratevi sul nostro protagonista Odiesseo: la Chromy lo rappresenta bendato nel suo viaggio verso l’ignoto, aggrappato al suo timone, dinamico e slanciato. Notate la determinazione. Sappiate che questa scultura è conosciuta anche come “Controvento”… per ovvi motivi!

3 – Se guardate bene la nostra opera, vi chiederete forse che cosa sta a significare il drappo dorato che la attraversa. Dovete sapere che la Chromy vuole dirci che Odisseo è un personaggio illuminato, la sua è una luce importante, che gli dà slancio e armonia, che lo fa ascendere verso la spiritualità – elemento fondamentale per l’artista per capire il vero senso della vita.

4 – La ruota rappresentata dal timone è uno degli arcani maggiori nei tarocchi e invita il consultante a prendere in mano il proprio destino e affrontarlo con coraggio. Pura casualità, o intento dell’artista?

5 – Per conoscere tutte le attività di Anna Chromy visitate il suo sito internet: https://annachromy.com/

Non perdetevi questa opera, e buona Arte a tutti e tutte!

(photo credits: https://mapio.net/pic/p-47478882/)

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
411 Views

No comment yet, add your voice below!


Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

411 Views